Sergej Rachmaninov — Fancesca da Rimini — L’aria di Francesca cantata dal soprano Marina Poplavskaya — Orchestra del Teatro Bolshoj di Mosca.
Testo:
 

Francesca da Rimini è un’opera in tre quadri, un prologo e un epilogo di Sergej Vasil’evič Rachmaninov, su libretto di Modest Il’ic Čajkovskij. Debuttò l’11 gennaio 1906 al Teatro Bol’šoj di Mosca.

L’opera si apre con un prologo, ambientato nel secondo cerchio dell’Inferno, dove l’ombra di Virgilio mostra a Dante i lussuriosi e come sono puniti. Le ombre di Paolo e Francesca si avvicinano, e la ragazza racconta la loro sventurata storia d’amore.

Nel primo quadro, Lanceotto supplica Francesca di amarlo veramente, perché teme che ella abbia un amante; ne riceve una risposta fredda e disinteressata. Infatti Francesca è ancora offesa per l’inganno che le è stato fatto al matrimonio: credeva di aver sposato il fratello di Lanceotto, Paolo il Bello, quando invece ha sposato per procura lo sgradevole Lanceotto. I due cognati, infatti, si amano. Nel secondo quadro Paolo entra in camera di Francesca mentre Lanceotto è via, e la bacia. Ma i due vengono sorpresi da Lanceotto, tornato senza preavviso, che li uccide.

L’opera si conclude nell’Inferno Dantesco, dove i dannati riprendono la loro eterna pena.
(Fonte Wikipedia)