Esperanto - Unua libro - 1887

Esperanto – Unua libro – 1887

L.L. Zamenhof

L.L. Zamenhof

L’esperanto, che vanta ben tre versioni della Divina Commedia, è una lingua pianificata che è stata elaborata tra il 1872 e il 1887 dal medico e linguista polacco Ludwik Lejzer Zamenhof (Białystok 1859 – Varsavia 1917). É di gran lunga la più conosciuta e utilizzata tra le varie lingue ausiliarie internazionali elaborate dall’inizio dell’Ottocento ad oggi.
Il Primo Libro di esperanto (Unua Libro) è stato pubblicato a Varsavia nel 1887. I cultori dell’esperanto preferiscono l’espressione lingua pianificata rispetto a quella più comune di lingua artificiale, perché quest’ultima induce a ravvisare, nel comunicare attraverso questa lingua, aspetti di non naturalità che essi contestano.
Dante sembra dar loro ragione quando fa dire ad Adamo che

 

Opera naturale è ch’uom favella,
ma così o così, natura lascia
poi fare a voi, secondo che v’abbella.

Questi versi (Par.,  XXVI,  130-132), nella traduzione in esperanto di Enrico Dondi, suonano così:

Por hom’ estas natura la parolo,
sed lasas la natur’ ke l’ manieron
oni elektu laŭ la propra volo