Alessandra KersevanAlessandra Kersevan è nata nel 1950, a Monfalcone (GO) in una famiglia operaia, terza di quattro figli. Degli operai della città dei cantieri ha respirato, fin da piccola, gli ideali di giustizia e uguaglianza, a cui si sente legata ancora oggi. Si è laureata in filosofia nel 1974 con una tesi in storia contemporanea, e, nella realtà multietnica della sua regione, si è appassionata anche al tema delle lingue meno diffuse, dedicandosi con il Canzoniere di Aiello e con gli Aiar di Tuessin (gruppi musicali di cui fa parte con voce solista) allo studio e alla proposizione della musica e della letteratura friulane. Ha tre figli ed ha insegnato materie letterarie nella scuola media. Dalla fine degli anni Ottanta si è dedicata all’editoria, fondando con Giancarlo Velliscig la casa editrice Kappa Vu, cominciando proprio con un lavoro in friulano, Cjantis e rimarolis pai frutins (Canti e filastrocche per bambini), scritto a quattro mani con Velliscig e cantato a due voci (il libro aveva allegata, allora, una audiocassetta), e che si fregiava dei disegni di Altan e del contributo didattico di Silvana Schiavi Fachin. Da allora ha pubblicato in friulano innumerevoli lavori, come editrice e anche come autrice. Ritiene la pubblicazione della traduzione integrale della Divina Commedia fatta da Venuti, uno dei lavori più importanti del panorama culturale friulano. Si dedica anche agli studi storici, soprattutto della Resistenza nella sua regione.

——-
Alessandra Kersevan ha prestato la sua voce a Francesca da Rimini e ha letto i relativi versi (Inferno, Canto V, 88-142) nella traduzione in friulano di Aurelio Venuti.
Per ascoltare questa lettura, cliccate qui sotto:


Per leggere i versi mentre si ascolta la lettura, cliccare qui e azionare il collegamento audio dalla pagina del testo.

La Rocca di Monfalcone