Traduzione in esametri latini di brani scelti della Divina Commedia di Giovanni Ambrosi, latinista e professore di liceo classico a Perugia.
Edizione pubblicata a Foligno nel 1965, illustrata con le incisioni anonime italiane del secolo XV tratte dall’edizione veneziana di Bernardino Benali del 3 marzo 1491.

Frontespizio

Incisione raffigurante l’entrata nell’Inferno (Inf., III)

L’incontro con Paolo e Francesca (Inf., V, 82-99)

Incisione raffigurante i lussuriosi travolti dal turbine (Inf., V, 28-33)