Diritti Umani

/Diritti Umani
22 Feb 2016

Verità per Giulio Regeni

Di | 22 febbraio 2016|Diritti Umani|0 Commenti

Alla notizia del ritrovamento, al Cairo, del corpo del ricercatore italiano Giulio Regeni con segni di tortura, Amnesty International Italia, sollecita il Governo italiano affinché solleciti a sua volta quello egiziano a chiarire al più presto le modalità del drammatico episodio. [...]

3 Ott 2015

Amnesty International e la Corea del Nord

Di | 3 ottobre 2015|Approfondimenti, Diritti Umani|0 Commenti

Amnesty International ha diffuso testimonianze inedite e nuove immagini satellitari che rivelano l'ulteriore allargamento di due dei più grandi campi di prigionia (“kwanliso”) della Corea del Nord:  il kwanliso n. 15 e il kwanliso n. 16.  Un ex funzionario di sicurezza del kwanliso 16, il più grande centro di detenzione politica della Corea del Nord, per la prima volta ha preso la parola per raccontare ad Amnesty International di detenuti costretti a scavarsi la fossa e poi uccisi, e di donne stuprate e poi scomparse.  [...]

4 Mag 2014

Qui i visitatori Russi e Ucraini possono ascoltare l’appello di Ulisse nelle loro rispettive lingue

Di | 4 maggio 2014|Diritti Umani|0 Commenti

Вы созданы не для животной доли, но к доблести и к знанью рождены Бо ви народжені не җивотіти, а знання й честь нести у світ ясний

16 Dic 2013

Argentina. Jorgelina è figlia di una madre ‘desaparecida’

Di | 16 dicembre 2013|Approfondimenti, Diritti Umani|0 Commenti

La prima vicenda che viene presentata nella pagina dei diritti umani di Dantepoliglotta è un episodio della tragedia argentina dei desaparecidos. Jorgelina nacque a Rosario nell'agosto 1973. Aveva solo un anno quando suo padre, oppositore del regime, venne fucilato. Quando lei aveva tre anni e mezzo  sua mamma fu sequestrata dai paramilitari argentini nell’appartamento affittato dove lei e la bambina abitavano a Lanús, provincia di Buenos Aires, dopo di che lei rimase desaparecida per sempre. Jorgelina era con lei quando la portarono via.  La bambina  fu privata della sua identità e data [...]

19 Nov 2013

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza

Di | 19 novembre 2013|Approfondimenti, Diritti Umani|0 Commenti

Con questa esortazione fatta da Ulisse ai suoi uomini (Inferno, Canto XXVI, versi 119-120), informiamo i nostri visitatori che il sito Dantepoliglotta sta per varare un nuovo progetto dedicato ai diritti umani e alla loro tutela. L’idea è quella di dare voce a persone che hanno subito violazioni dei diritti umani per opera di altre persone che rifiutano pervicacemente di «seguir virtute e conoscenza». Gli ospiti del nostro “Angolo dei diritti umani” saranno invitati a leggere alcuni versi di Dante in qualche modo coerenti con [...]