Il canto XXVI del Purgatorio in napoletano

Di |2020-04-01T17:22:58+02:0026 Gennaio 2016|Approfondimenti|0 Commenti

PURGATORIO – Canto ventiseiesimo Traduzione in napoletano di Matilde Pierro Donnarumma 1 E cammenanno uno arèto a ll’ato, Vriggilio spisso, spisso cunzigliava: « Guagliò’, è meglio ca staie aparato ». 4 ‘O sole ‘a spalla destra me vasava e allummenanno ‘o cielo a ll’occidente a cilestrino ianco‘o pitturava. 7 Pe ‘nterra l’ombra mia era apparente e abbastaie sulo chistu fatto ca se ‘mpurtàino ‘e me tutte sti gente. 10 E chesta fuie ‘a fine c’a ‘nu tratto sentette dì’ pe ‘mmiéz’a stu calore: «Chisto ‘e [...]