Il Progetto

Dante era affascinato dalla molteplicità delle lingue.
Gli piaceva anche giocare con le lingue e i dialetti, tanto che nella Divina Commedia ci sono due scampoli di linguaggi inventati da lui, l’idioma di Pluto (pape satàn pape satàn aleppe) e quello di Nembrotte, il re di Babele che aveva costruito la famosa torre contro la volontà divina e che, appena ha visto arrivare Dante nel suo girone infernale, gli ha rivolto un’invettiva iraconda, minacciosa e incomprensibile: «raphèl maì amecche zabì almi!».
Continua…

  • Dante Poliglotta - La Divina Commedia

Le novità del mese

GIORNATE INTERNAZIONALI FRANCESCA DA RIMINI, 10^ EDIZIONE – Francesca da Rimini tra fantasia e realtà – Gradara (PU), 28 e 29 settembre 2018

------ In una società in cui, anche per le passioni, lo spazio ideale di interscambio sembra essere la “realtà virtuale”, ripercorrere tempi, terre e culture diverse, tentare di comprendere se i valori che il mito di Francesca rappresenta hanno ancora significato, non vuol essere un erudito esercizio accademico e di [...]

Diritti Umani

Verità per Giulio Regeni

Alla notizia del ritrovamento, al Cairo, del corpo del ricercatore italiano Giulio Regeni con segni di tortura, Amnesty International Italia, sollecita il Governo italiano affinché solleciti a sua volta quello egiziano a chiarire al più presto le modalità del drammatico episodio. [...]

Le traduzioni della Divina Commedia

Premessa (inglese)

All’epoca di Dante l’Inghilterra, che era governata dai Plantageneti, rappresentava per Firenze un’importantissima direttrice di scambi commerciali, tanto che a Londra i fiorentini possedevano una succursale di un banco di cambio. Nella Divina Commedia si fa spesso riferimento a personaggi ed episodi della storia britannica, al punto che alcuni illustri [...]

Premessa (russo)

Dante non poteva che avere un’idea molto sommaria della lontana Russia, che ai tempi suoi era dominata dai mongoli di Gengis Khan, o meglio dai suoi successori, dato che il grande sovrano era morto una quarantina di anni prima che Dante nascesse. Ma qualche cognizione meno imprecisa Dante doveva averla [...]

Ilyushin – 2008

Traduzione in endecasillabi sciolti di Aleksandr A. Iljušin (n. 1940), storico, letterato, traduttore e poeta russo, professore dell'Università di Mosca. Edizione pubblicata a Mosca nel 2008 (prima edizione 1995).

Sfoglia tutte le traduzioni >>

Le voci di Francesca

UCRAINO – Svitlana Hlazunova

Mi chiamo Svitlana Hlazunova. Sono nata nel 1962 a Cherson, una città dell’Ucraina meridionale. Fin da piccola ho avuto una grande passione per la musica, trasmessami dai miei genitori. Durante il percorso scolastico ho frequentato la scuola di musica e nel 1978 ho ottenuto il diploma di pianoforte. Nel 1983 [...]

FRANCESE – Ghislaine Avan

Ghislaine Avan è un’artista multidisciplinare francese, nata a Châtellerault. Coreografa, ballerina di tip-tap e di danza contemporanea, operatrice e montatrice video, fa della sua arte un percorso di vita. Nel 2006 ha iniziato un lavoro multimediale basato sulla Divina Commedia, lavoro da cui è derivato il progetto “Le LA du Monde“, che comporta un numero altissimo di letture di brani del Poema nelle lingue più disparate. Per questo sito, Ghislaine ha prestato la sua voce a Francesca e ha letto i relativi versi nelle traduzioni francesi di André Pératé e di Lucienne Portier.

OCCITANO PROVENZALE – Rosella Pellerino

Mi chiamo Rosella Pellerino. Sono nata nel 1972 e ho sempre abitato a Borgo San Dalmazzo, un comune della Valle Stura – provincia di Cuneo –  nell’Occitania alpina. Il dialetto piemontese diffuso in quella zona, affine a quello parlato dalla mia famiglia paterna, ha accompagnato i miei anni d’infanzia, mescolato [...]

Sfoglia tutte le voci di Francesca >>

Le voci di Ulisse

POLACCO – Przemysław Wierzbowski

Profilo biografico ancora non disponibile

OCCITANO PROVENZALE – Dario Anghilante

Dario Anghilante è nato nel 1947 a Sampeyre (Sant Peire in occitano) in Valle Varaita, una delle valli alpine nelle provincie di Torino, Cuneo e Imperia del territorio di lingua e e cultura occitana in Italia. Questo territorio non è altro che la continuazione a Est dell’area di lingua d’oc [...]

SPAGNOLO – Giampaolo Samà

Giampaolo Samà è un attore, docente e fotografo italo-argentino. Nato a Paola (CS) nel 1970, si forma come attore presso l’Accademia di Arte Drammatica della Calabria e successivamente nella Akademia Teatralna di Varsavia. Nel 1996 partecipa allo spettacolo “Sidá e l’uomo dal fiore” (Premio ”Vetrine” - Ente Teatrale Italiano). Si [...]

Sfoglia tutte le voci di Ulisse >>

Video

E ‘l modo ancor m’offende

Uno spettacolo teatrale d’impegno civile sul grave problema del femminicidio e della violenza sulle donne, che non a caso prende le mosse dai versi di Dante dedicati a Francesca da Rimini e che si dipana attraverso il dialogo tra un professore un po’ eccentrico e una volonterosa signora che aspira a diventare docente di educazione all'affettività e all’uguaglianza di genere […]

Glottide

Si tratta del monologo “Glottide – Escursione semiseria nelle traduzioni della Divina Commedia, che è stato rappresentato negli ultimi anni più volte e in varie località

La Diritta Via

Si tratta dello spettacolo di teatro civile “La Diritta Via – La Costituzione e Dante Alighieri senza distinzioni di razza né lingua” di e con Giuliano Turone e, al pianoforte, Mirko Lodedo. Musiche originali di Mirko Lodedo. Regia di Enrico Messina.